REGALO

Il mio amore per la scrittura è nato molto presto. Quello nella foto è un mio temino di seconda elementare in cui dichiaravo con solennità che da grande volevo fare la scrittrice.

 

A ben pensarci, ho mantenuto la promessa fatta a me stessa da bambina perché il mio lavoro oggi consiste per la maggior parte nello scrivere testi.

 

In questa pagina potrete trovare allora di tanto in tanto un regalo per voi: racconti, favole, fiabe per bambini, storie che possano tenervi compagnia.

 

Le bestiole.

Rina era la moglie del contadino più longevo del paese. Quando il marito uccideva un coniglio a mani nude per la cena, lei diceva, in piemontese, "por bescin". Che credo significasse "povera bestiola". E lo diceva di tutti gli animali della casa, compresi i gattini che ogni anno nascevano nel cortile. In estate, io andavo di nascosto, nelle ore pomeridiane quando gli adulti dormivano, a osservarli. Lo sguardo attonito della mamma gatta. Stupita ma anche forse grata che qualcuno le accarezzasse la testa mentre i figli erano in continuo movimento. Non chiedevo molto altro, come bambina, che quei momenti miei e loro. La vita sarebbe stata difficile, come per molti umani e molti gatti, però quegli attimi - accanto al trattore, in una nuvola di odore di benzina e legna, al fresco di agosto - sono stati felici. 

Privacy Policy